HOME
 
MARIA STELLA
scene da una vita straordinaria
Luigi Antonio Mazzoni
 
 
STAG17/18
la locandina
REPERTORIO 9
REPERTORIO O/V
 
 
personaggi
Maria Stella 1786 – 13-19 anni
Maria Stella 1807 – 27-37 anni
Maria Stella 1825 – 52-68 anni
Alquier-Caze, avvocato
Annie, cameriera
Anna, popolana
Loretta, popolana
Palmira, popolana
Pascvel, popolano
Rosa, levatrice
Maria, popolana
Maria Bandini
Domenica Bandini
Lorenzo Chiappini
Vincenza Diligenti
Stella, zia di Maria Stella
Lord Thomas Newborough
Mr. Samuel Price
Abate Di Saint Phar
Barone Eduard Ungern Sternberg
Charlotte Belasyse
Un Colonnello
Edoardo Ungern Sternberg
Henry Driver-Cooper
Don Ragazzini
Lafont D’ Aussonne
Pamela Fitzgerald
Louise
interpreti
  Ilaria Mingazzini
Elena Valtieri
Rita Gallegati
Alex Lucchesi
Elisa Trere'
Alberta Tedioli
Anna Signani
Claudia Baldoni
Giuseppe Baldini
Emanuela Farina
Emanuela Benigni
Maria Nives Visani
Paola Tampieri
Damiano Bandini
Ilenia Zoli
Antonietta Bagnara
Pier Gianni Samorini
Walter Gaudenzi
Daniele Porisini
Claudio Mingazzini
Gianna Benericetti
Franco Bolognesi
Matteo Rocchi
Marco Boschi
Mario Gurioli
Bandini Emanuele
Giulietta Nanni
Barbara Solaroli
   
sabato 04 novembre 2017 - ore 21.00
domenica 05 novembre 2017 - ore 21.00
venerdì 10 novembre 2017 - ore 21.00
sabato 11 novembre 2017 - ore 21.00
domenica 12 novembre 2017 - ore 15.30

 
 
 
   
Scene: Pier Ludovico Massari
Costumi: Emanuela Ancarani

Trucco
: Barbara Solaroli
 
   
Tecnico luci e suoni:
Niko Casalini, Matteo Piraccini

Regia :

Luigi Antonio Mazzoni
 
   
  Nel 1821, dopo la morte del padre - Lorenzo Chiappini, capo guardia sbirro alle dipendenze del Granduca Leopoldo - Maria Stella riceve per posta una lettera nella quale il padre le confessa di averla ricevuta - appena nata - dal baratto con un suo figlio maschio. Sconvolta dalla rivelazione Maria Stella cerca subito di capire chi siano i suoi veri genitori. Scoperto che si tratta nientemeno del Duca d’ Orleans, nel 1825, incarica l’avvocato Caze di intentare una causa per il riconoscimento della sua vera identità e gli racconta la sua vita.
A Caze racconta la sua vita. Ricordi vaghi della sua prima infanzia, nata nel 1773 i primi quattro anni li passa a Modigliana, coccolata e vezzeggiata dalla Contessa Camilla Borghi. Poi la famiglia si trasferisce a Firenze dove da bambina studia, controvoglia, pianoforte, danza e canto.
A tredici anni il padre la fa esibire al Teatro degli Arrischiati a Firenze. Maria Stella è una splendida adolescente, e di lei s’innamora Lord Thomas Newborough, un vedovo gallese, cinquantenne, ricchissimo con un figlio quattordicenne, che la chiede di moglie. Maria Stella si oppone con tutte le sue forze ma alla fine, il padre, allettato da quanto è disposto a pagare il Lord, la obbliga al matrimonio. Lord Thomas adora quella bambina e la rispetta; a diciannove anni la porta in Inghilterra dove viene presentata a Corte come la Marchesina di Modigliana.
Maria Stella vive nel lusso tra feste, balli, viaggi fino all’età di 27 anni quando John il figlio di Lord Thomas, muore di tisi. Lord Thomas, senza eredi, cade in una forte depressione e in un profondo dolore. Vedendo l’uomo buono che l’ha sempre amata e rispettata in quello stato, Maria Stella acconsente a diventare madre. Nel 1802 nasce Thomas John e nel 1803 Spencer Bulkely.
Dopo pochi anni anche Lord Thomas muore. Maria Stella si occupa dei figli, che adora, ma non passano tre anni che, alla acque termali di Cheltenam, un barone russo di 28 anni: Eduard Ungern Sternberg si innamora di lei, trentasettenne. Dopo una corte spietata i due si sposano. Maria Stella si trasferisce in Estonia e dopo un anno – nel 1811 - nasce Eduard che fino ai 14 anni Maria Stella porterà sempre con sé. Nel 1821 Maria Stella torna a Firenze e accudisce fino alla morte il padre malato. Avuta la lettera si mette subito alla ricerca di testimoni e un processo a Faenza la dichiara figlia dei Conti di Joinville, nome di comodo degli Orleans.
Da allora tutti i suoi sforzi è di farsi riconoscere come legittima Orleans. Ma incontrerà sulla sua via millantatori e truffatori a partire dall’avvocato Caze, mentre il bambino barattato con lei nel 1830 diventa Re dei francesi.
L’ultima scena è un piccolo siparietto sulle diatribe che Lady Maria Stella ha scatenato con la pubblicazione delle sue memorie nel 1829. Si è creato un contrasto insanabile tra coloro che credono fermamente al baratto e altri che altrettanto fermamente lo negano. Ciascuno ha argomenti e indizi che possono volgere la verità dall’una dall’altra parte. Ma nessuno ha certezza… perché la verità sul baratto è ancora avvolta nel mistero.